EMERGENZA ALLUVIONE Novembre 2023

GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE!

I vostri aiuti continuano con generosità. Ecco cosa abbiamo già ottenuto grazie ai vostri contributi:

Riacquistare tutto il materiale spazzato via dalla piena – il cantiere è ripartito!

Abbiamo già iniziato a riprendere il materiale danneggiato o spazzato via dalla piena – Legname da carpenteria, legname per i tetti, isolanti ed altri materiali leggeri, cementi e calci di alta qualità. Rimane complicato il problema delle strade di accesso, che permettono ancora solo il passaggio di mezzi leggeri!

Riparare il tetto parzialmente scoperchiato

Visto che le pioggie continuano, siamo felici di essere riusciti a riparare il tetto scoperchiato delle raffiche di vento dell’uragano! Possiamo ora rimettere in ordine e ripulire definitivamente anche questi spazi.

Coprire le spese dell’auto del medico

La dottoressa Chiara, medico di TuttoèVita, travolto dall’esondazione con lei alla guida, ha dovuto restare lungo tempo nella cabina con l’acqua che arrivava al cofano, fino a ché l’auto è rimasto in panne con il motore allagato. Soccorsa e trainata da noi è giunta poi al Palco! Ora è di nuovo a disposizione, infatti abbiamo già potuto confermare il ritiro della Casa del Grano a Prato alcuni giorni fa, al quale hanno partecipato una ventina di persone con malattie gravi.

Prendere un piccolo camion per i trasporti d’emergenza

E’ l’unico mezzo da lavoro che può salire al Borgo per ora, per non interrompere il cantiere.

Coprire anche le spese dell’automezzo 4×4

La storica navetta che ha portato molti di voi al Borgo, che partiva come capolinea alla località Utopia a Prato, ha cessato di funzionare a seguito dell’alluvione. Non è riparabile. Grazie alle vostre donazioni l’abbiamo sostituita con un nuovo mezzo, con il quale offrire il servizio navetta per arrivare al Borgo soprattutto a persone con mobilità ridotta!

Ripristinare l’orto

Abbiamo coperto tutte le spese necessarie per ripristinare l’orto! L’onda impetuosa dell’alluvione aveva portato fango e detriti, e aveva danneggiato i terrazzamenti, le staccionate e le aiuole.

Il progetto della strada

Il danno maggiore dell’alluvione, soprattutto ora che tutto il resto è riparato grazie al vostro aiuto, resta la strada. Stiamo concordando con le istituzioni pubbliche la soluzione, con risorse di TuttoèVita dovremo realizzare il manto di minore impatto paesaggistico possibile sul tratto da Montecuccoli all’Hospice. Abbiamo già affidato l’incarico ad uno studio tecnico, e siamo in stretto contatto con il Comune di Cantagallo e l’Unione dei Comuni Valbisenzio per progettazione e realizzazione. Sarà un’impresa notevole, ma è giusto che il Borgo sia finalmente accessibile da tutti quanto prima! I lavori probabilmente inizieranno con l’inizio del 2024, e speriamo di realizzarli nei tempi più brevi possibili. La realizzazione della strada d’accesso è l’attesa di molti, e vogliamo donarvi quanto prima questa possibilità!